Riccardo Facchini: la mia cucina

La mia cucina affonda le radici nella tradizione Bolognese, nei miei ricordi di infanzia. Il primo ricordo da bambino è all’interno della cucina della mia nonna Alda che mi ha trasmesso la passione e l’amore per il cibo.

La mia vita ruota attorno alla cucina, luogo di incontri e di confronto, vera fucina creativa.

La mia cucina deve essere colorata, profumata e deve scaldare il cuore con un ricordo.

Il filo rosso è sempre il  ricordo che abbiamo impresso indelebilmente nella nostra memoria che ci permette di viaggiare nel tempo, a ritroso, facendoci tornare bambini anche solamente per un attimo.

La cosa a cui non posso rinunciare è la pasta all’uovo tirata al mattarello.

I Tortellini in brodo di cappone è il mio piatto della memoria.

Per farmi sentire a casa mi basta un piatto di tagliatelle al ragù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *